Il 12 Aprile è uscito il Decreto Direttoriale attuativo per gli incentivi agli Investimenti Sostenibili 4.0. Gli incentivi in materia di transizione tecnologica e digitale, economia circolare e risparmio energetico per le piccole e medie imprese italiane erano stati già presentati lo scorso 10 Febbraio, con la pubblicazione del Decreto Ministeriale del MISE che descrive il funzionamento del fondo e tutti i requisiti di partecipazione. Con il nuovo decreto  sono state definite anche le modalità di presentazione delle domande e le date di apertura dello sportello telematico dedicato.

Investimenti sostenibili 4.0: cosa sono

Gli Investimenti Sostenibili 4.0 sono la nuova misura a sostegno degli investimenti ad alto contenuto innovativo e sostenibili diretta alle PMI italiane. Lo scopo è alimentare i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle aziende che ancora soffrono a causa della recessione economica dovuta alla crisi pandemica.

In totale saranno stanziati 678 milioni di euro ripartiti tra regioni del Centro-Nord (250 milioni di euro) e del Mezzogiorno (428 milioni di euro). Inoltre il 25% dei fondi è riservato ai progetti proposti da micro e piccole imprese.

Le agevolazioni saranno concesse nella forma di contributo in conto impianti, strumento specifico per finanziare l’acquisto o la costruzione di immobilizzazioni materiali o immateriali ammortizzabili. Sono previste diverse percentuali di copertura dei finanziamenti a seconda della zona dove si trova l’unità operativa oggetto dell’investimento e della dimensione dell’impresa: 

  • Calabria, Campania, Puglia e Sicilia: viene finanziato al massimo il 60% delle spese ammissibili per le micro e piccole imprese e al massimo il 50% per le medie imprese.
  • Basilicata, Molise e Sardegna: viene finanziato al massimo il 50% delle spese ammissibili per le micro e piccole imprese e al massimo il 40% per le medie imprese.

Altre regioni del Centro-Nord Italia: viene finanziato al massimo il 35% delle spese ammissibili per le micro e piccole imprese e al massimo il 25% per le medie imprese.

Se stai pensando di presentare una domanda per Investimenti Sostenibili 4.0 e vuoi essere supportato nella procedura di sottomissione compila il form o contattaci a info@consulenzafondieuropei.it.

Come fare domanda per gli Investimenti sostenibili 4.0

Le PMI che possono presentare domanda devono rispettare determinati requisiti (qui l’elenco completo) e in particolare devono operare all’interno di specifici codici ATECO, specificati nell’Allegato 2 del Decreto Ministeriale del 10 Febbraio.

I programmi d’investimento per essere finanziabili devono prevedere l’utilizzo di tecnologie abilitanti afferenti al piano di transizione 4.0 e un ampliamento della capacità di produzione o il cambiamento fondamentale del processo di produzione. Altro requisito fondamentale è l’impegno a portare a termine il programma di investimento entro 12 mesi dalla concessione delle agevolazioni.

La procedura di presentazione delle domande sarà interamente gestita mediante una piattaforma online resa disponibile dall’ente gestore Invitalia.

Spese ammissibili per i programmi di Investimenti sostenibili 4.0

Le spese ammissibili ad agevolazione sono le seguenti, se e solo se strettamente funzionali alla realizzazione del piano di investimento:

  • macchinari, impianti e attrezzature;
  • opere murarie (per un massimo del 40% del totale costi ammissibili);
  • programmi informatici e licenze relative a impianti e attrezzature agevolati;
  • acquisizione di certificazioni ambientali.

Vi sono diversi limiti per spese minime e massime ammissibili, che variano anch’essi a seconda della regione in cui si trova l’unità operativa:

  • Mezzogiorno (Molise, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna): il limite minimo per le spese ammissibili è 500 mila euro e il massimo è 3 milioni di euro
  • Centro-Nord: il limite minimo per le spese ammissibili è un milione di euro e il massimo è 3 milioni di euro

In entrambi i casi il limite massimo non può superare l’80% del fatturato dell’ultimo bilancio approvato e depositato.

Scadenze e procedura valutativa degli Investimenti sostenibili 4.0

Le domande saranno presentate con procedura a sportello fino ad esaurimento fondi. La procedura di presentazione è suddivisa in due step:

  • dal 4 Maggio 2022 alle ore 10 sarà possibile compilare la domanda di partecipazione inserendo tutti i dati richiesti e caricando tutti gli allegati necessari. Al termine della procedura verrà rilasciato il “codice di predisposizione della domanda”;
  • dal 18 Maggio 2022 alle ore 10, inserendo il “codice di predisposizione della domanda” precedentemente ricevuto, sarà possibile procedere con l’invio formale della domanda.

Lo sportello per l’invio formale della domanda resterà operativo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, fino ad esaurimento fondi.Una volta presentata la domanda, entro 60 giorni sarà valutata e, nel caso sia giudicata ammissibile, verrà finanziata.

Pubblicato il: 15 Aprile 2022 / Categorie: News /

CATEGORIE

Articoli recenti